Definizione, sintomi e conseguenze

Insonnia

insonnia, sonno, dormire, dormire bene, cure insonnia, non dormo, psicologo milano, rimedi insonniaL’insonnia viene definita come la difficoltà ad “addormentarsi e/o a mantenere il sonno”, come un “sonno non ristoratore, povero di qualità”, o la “disposizione a svegliarsi troppo presto la mattina” tale da non far sentire bene la persona durante la giornata.

Queste difficoltà persistono nonostante vi siano adeguate circostanze per un buon sonno

Per informazioni sul trattamento consultare la pagina Trattamento per l’insonnia

I sintomi dell’insonnia frequentemente riportati:

  •         fatica o malessere
  •         difficoltà di mantenere l’attenzione e concentrazione
  •         disturbi dell’umore e irritabilità
  •         sonnolenza diurna
  •         riduzione della motivazione, energia o iniziativa
  •         propensione agli errori o incidenti sul lavoro o alla guida
  •         tensioni, mal di testa, sintomi gastrointestinali in risposta alla mancanza di sonno
  •         dubbi e preoccupazioni sul sonno

L’origine dell’insonnia spesso è multifattoriale ed è diversa da persona a persona per le cause, la gravità e la durata. Frequentemente l’insonnia dipende dagli orari sballati e dallo stress.

 L’insonnia e le sue conseguenze

L’insonnia è il disturbo del sonno più diffuso in tutto il mondo. Secondo le definizioni utilizzate, ne sono affetti da un terzo ad un quarto della popolazione mondiale.

Nonostante ciò, l’insonnia rimane scarsamente riconosciuta dai medici e quindi sotto-diagnosticata o non trattata correttamente.

Si stima che circa il 60% degli insonni non abbia mai parlato dei disturbi del sonno con il proprio medico.

Il mancato riconoscimento e il mancata cura dell’insonnia determinano importanti ripercussioni mediche e sociali, riducendo significativamente le performance occupazionali della persona e in generale riducendone la qualità della vita.

Conseguenze sulla salute

  •       Riduzione della qualità di vita
  •       Malessere psico-fisico.
  •       Sonnolenza diurna.
  •       Riduzione del rendimento lavorativo.
  •       Riduzione delle performance scolastiche. Nei bambini sussiste il rischio di deficit permanenti dell’attenzione e dell’apprendimento.
  •       Disturbi cognitivi, della memoria e dell’attenzione
  •       Rischio aumentato di sviluppare malattie psichiatriche
  •       Disturbi nell’ambito sociale e relazionale: ridotta disponibilità nei rapporti interpersonali, irritabilità,riduzione delle capacità adattative.
  •      Alterazioni a carico del sistema cardiovascolare: è dimostrato che dormire meno di 5 ore per notte aumenta il rischio di ipertensione arteriosa.
  •      Insorgenza di disturbi endocrino-metabolici: maggior rischio di sviluppare obesità e diabete di tipo 2

Conseguenze per la sicurezza

  • Alla guida: aumentato rischio d’incidenti alla guida di circa 2,5-4,5 volte a causa dell’eccessiva sonnolenza diurna. Alcuni farmaci ipnoinducenti (per esempio le benzodiazepine a lunga emivita), possono aumentare la sonnolenza diurna e quindi aumentare il rischio d’incidenti.
  • Sul lavoro aumentato rischio (+8 volte) di incidenti sul lavoro rispetto ai soggetti con sonno regolare.

 Conseguenze economiche

  • L’insonnia è correlata con elevati costi per la società, sia diretti che indiretti, tra cui: calo della produttività dell’individuo, assenteismo dal posto di lavoro, spese per visite mediche, maggiore consumo di farmaci, alcool e altre sostanze.

Domande frequenti che si pone l’insonne

Perche non riesco a dormire di notte?

Perche mi sveglio non mi riaddormento?

Perche faccio fatica ad addormentarmi?

Perche voglio mangiare durante i risvegli notturni?

Perche ho fastidio alle gambe prima di andare a dormire?

Perche si russa di notte?

Si può migliore la qualità del sonno?

Queste sono solo alcune delle domande che ci si puo porre se si soffre di insonnia, per poter dare una risposta esaustiva e significativa è necessario valutare l’insieme dei fattori che hanno portato al proprio problema. Per questo lo studio Psicologo a milano offre un primo colloquio gratuito, volto a comprendere l’origine della domanda.

Una possibile proposta di trattamento e cura psicologica la trovate alla pagina trattamento per l’insonnia, si ricorda che ogni percorso di cura sarà personalizzato e che se necessario o richiesto verranno associati dei farmaci durante il trattamento e questo avverà in accordo con il proprio medico.

Rimedi immediati –> regole di igiene del sonno